Vai al contenuto

Filo per il macrame


In questo articolo parleremo della scelta del filo per il macrame.

In generale tutto ciò che si può annodare va bene per lavorare a macramè.

Partendo da questo presupposto, avremmo un numero infinito di possibilità; in realtà dipende da ciò che vogliamo realizzare e da quale filato le nostre mani ci permettono di utilizzare per ottenerlo. Sembra un discorso contraddittorio, ma ragioniamoci un momento.

Lavoro benissimo con lo spago bianco da cucina: non potrò mai realizzare una calda e morbida sciarpa, o un delicato centrino… così come con del sottile filo da ricamo, a meno di impiegarci un’eternità, non otterrò mai una borsa capace di contenere cellulare portafogli e fazzoletti. Se non riesco ad annodare quella soffice lana, non mi cimenterò mai nella confezione di quel capo che mi piace così tanto: dovrò arrendermi per forza a cambiare tecnica, oggetto da eseguire, oppure materiale per realizzarlo.

Nella scelta del filo per il macrame, dovrò tener conto anche dei nodi che andrò ad intrecciare: i nodi cordoncino tendono a dare un risultato più “rigido” dei nodi piatti; e qui giocherà un ruolo fondamentale la tensione che darò al mio lavoro.

Corde e spaghi di vario calibro, vanno bene per pannelli e oggetti decorativi, borse e cinture, e, ve l’assicuro, dopo anni di insegnamento, sono ottimi per imparare a fare i nodi.

E questi li troviamo nelle ferramente, salvo lo spago bianco od ecrù da cucina, reperibile anche nei supermercati.

Per frange di asciugamani, se non troviamo i tessuti già pronti, possiamo utilizzare lino o cotone della grossezza adatta.

Per centrini, decorazioni, applicazioni e bigiotteria, le mercerie più fornite ci mettono a disposizione un’infinità di materiali.

Questi sono i luoghi da cui ci serviamo più volentieri per i nostri acquisti (di persona ed online):

http://tombolodisegnishop.it di Gianfranca Tolloi

http://www.happyland.it di Claudia Cattaneo

https://www.facebook.com/macrame.materiali/ di Patrizia Paris

Se avete domande, non esitate ad esporle nei commenti!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *